DOMANDE FREQUENTI

Di seguito puoi trovare le risposte a domande che vengono poste frequentemente riguardo la figura del fisioterapista e gli appuntamenti in studio. Nel caso si volessero avere altre informazioni non esitate a contattarci!

  • Perchè scegliere un fisioterapista?

    Perchè ad oggi il fisioterapista è l’unica figura sanitaria riconosciuta che può lavorare in ambito riabilitativo.

    Rivolgersi ad un fisioterapista vuol dire quindi affidarsi ad un professionista, con una adeguata formazione, capace di prendersi cura della tua salute nel miglior modo possibile seguendo le linee guida della letteratura scientifica e in grado di riconoscere quando una problematica apparentemente di natura muscoloscheletrica nasconde invece un problema più serio da inviare al medico di competenza.

  • Ho bisogno di una visita da un medico o di una prescrizione prima di fare fisioterapia?

    In Italia è possibile rivolgersi direttamente ad un fisioterapista senza prescrizione medica.

    Il fisioterapista ha una formazione adeguata per trattare il paziente che proviene in accesso diretto. In prima seduta il paziente viene sottoposto ad un’attenta valutazione iniziale e operazioni di screening per escludere che vi siano patologie serie che precludono il trattamento fisioterapico, se opportuno il paziente viene invece rinviato al proprio medico di medicina generale per eventuali approfondimenti.

  • Cosa devo portare per il mio primo appuntamento?

    E’ bene portare con sè tutta la documentazione medica che è in relazione con il quadro clinico per cui si rivolge al fisioterapista. Abbi cura di portare con te anche la tessera sanitaria e un metodo di pagamento per concludere le pratiche amministrative. Se fate uso di ausili per la deambulazione o utilizzate ortesi, portateli con voi.

  • Come mi devo vestire per il primo appuntamento?

    Generalmente è una buona idea vestirsi con abiti comodi e pratici, ed è preferibile che l’area del corpo per cui avete richiesto una visita sia facilmente accessibile. Se vi sono stati prescritti o fate uso di ausili per la deambulazione o utilizzate protesi, portateli con voi.

  • Come funziona il primo appuntamento?

    Il primo appuntamento inizia con un colloquio in cui raccoglierò la tua storia e ti chiederò informazioni sulla localizzazione e tipologia dei sintomi e il loro comportamento (cosa ti fa stare peggio o meglio, andamento nelle 24h).

    Ti farò domande riguardo infortuni e problemi fisici precedenti, le tue condizioni mediche attuali e passate, le tue attività quotidiane (lavoro, sport e hobbies) per metterle in relazione con il tuo problema. Questa parte è fondamentale, anche se spesso sottovalutata dal paziente, perchè mi permette di fare uno screening su eventuali patologie più serie che possono non essere di mia competenza per cui il trattamento potrebbe essere controindicato o necessitare di cautela.

    Inoltre per fare un esame fisico è importante avere un’idea di cosa andare a cercare: iniziereste mai una caccia al tesoro al buio senza indizi?

    Terminata la raccolta di tutte le informazioni necessarie a inquadrare la situazione e formulare un’ipotesi, procederemo ad un esame fisico per valutare i tuoi movimenti fisiologici e accessori delle articolazioni, lo stato del sistema nervoso (la sua capacità di conduzione, di tollerare l’allungamento e di scorrimento) ed eventuali test speciali così da determinare se c’è una relazione tra tutto ciò con i tuoi sintomi.

    Discuteremo insieme quanto emerso e definiremo un programma di trattamento mirato a raggiungere i tuoi obbiettivi nel minor tempo possibile.

  • Cosa succede se salto la seduta per dimenticanza o per un imprevisto non avvisando 24 h prima?

    Seppur comprendendo che gli imprevisti possano capitare, ritengo corretto saldare per metà l’importo della seduta non effettuata perchè il tempo riservato per l’appuntamento sarebbe stato occupabile da un altro paziente che come te ha gli stessi obiettivi di recuperare il prima possibile.

  • Quanto devo aspettare per un appuntamento?

    Dipende dalla tua disponibilità di orari e giorni. Generalmente se non hai grosse limitazioni è possibile ottenere un appuntamento nell’arco di 1-2 giorni, in alcune fasce orarie serali è possibile che l’attesa sia invece di circa una settimana.

  • Quante sedute dovrò fare?

    La risposta più scontata è quella giusta: dipende!

    Non esiste un numero prestabilito di sedute per ogni problema perchè ogni persona è diversa (età, sesso, condizioni di salute generali, stile di vita etc) e ogni problema è differente anche se rientra nello stesso quadro clinico.

    Per questo motivo verrà impostato un programma di trattamento personalizzato che si adatterà nel modo migliore alle tue esigenze, sia in numero che frequenza delle sedute.